Via Ludovico Antomelli, 1, 00125 Roma RM

segreteria.sleonardodapm@gmail.com

V Domenica di Pasqua

2022-05-22 16:49

P. Jose Wilton Fernandez Arias

Commenti settimanali,

Cristo, la vite a cui dobbiamo unirci Il Cristo risorto continua ad essere il centro della nostra celebrazione, oggi con la semplice ma profonda simil

Cristo, la vite a cui dobbiamo unirci

 

Il Cristo risorto continua ad essere il centro della nostra celebrazione, oggi con la semplice ma profonda similitudine della "vera vite" alla quale dobbiamo essere uniti per partecipare alla sua vita. È un paragone che esprime molto bene l'importanza di Gesù Cristo per noi.

Anche se non viviamo in campagna e non abbiamo visto molte vigne da vicino, tutti possiamo capire cosa intende Gesù quando afferma che "il tralcio non può portare frutto da solo se non rimane sulla vite: né voi potete, se non rimane in me". Già nell'A.T. questa metafora era usata per designare il popolo d'Israele e le difficoltà che avevano davanti a Dio per la loro sterilità. La poesia di Isaia 5 è famosa: "il mio amico aveva una vigna ..." ora si applica a Gesù e ai suoi discepoli.

 

Se domenica scorsa siamo stati invitati a considerarci "figli" e "pecore dell'ovile di Cristo", questa volta il confronto è più profondo: siamo "rami" uniti al ceppo principale che è Cristo, da cui riceviamo la vita. In questo brano compare sette volte un verbo che a Giovanni piace molto: “rimanere”, lo stesso che usa nel capitolo 6 riferendosi all'Eucaristia. Anche l'espressione “nel mio”, “nella vite” appare sette volte.

 

Se vogliamo avere la vita e portare frutto dobbiamo "restarci". Ci dice chiaramente: "senza di me non possono fare niente". L'unione di Cristo come i tralci alla vite suppone anche quell'aspetto che Gesù ricorda: "mio padre pota il tralcio che porta frutto, perché porti più frutto".

A volte ci lamentiamo del poco “successo” pastorale, familiare, coniugale e lavorativo che hanno i nostri sforzi. Forse è perché non ci prendiamo abbastanza cura della nostra unione "verticale" con Gesù Cristo e con il suo Spirito. Come non indebolirci e diventare una vigna sterile se trascuriamo questa unione?

 

Santa Domenica a tutti.

 

P. Josè Wilton Fernandez Arias, FSA

Tel. 06 5235 0107


facebook
instagram

Cookie Policy

Come creare un sito web con Flazio